CHI NON SI FORMA SI FERMA...



ATTENZIONE (NEWS):

SONO CHIUSE LE ISCRIZIONI
AI PROSSIMI CORSI DI LUGLIO:

Affrettati perché i 20 posti iniziali disponibili finiscono immediatamente

 


Perchè la Techno organizza questi corsi di formazione?

Ci teniamo molto a divulgare notizie corrette perchè nel tempo ci siamo resi conto che spesso è difficile reperire informazioni genuine nell'ambito di Dispositivi di Protezione Collettiva come cappe biologiche , cappe chimiche o armadi di sicurezza.

 

Questi corsi sono stati pensati per far si che ( RSPP, TITOLARI, RESP. LAB. ecc) abbiano gli strumenti per poter garantire la propria sicurezza o delle persone circostanti.

 

Techno , può essere considerata una valida scelta , al quale affidare la manutenzione delle proprie cappe da laboratorio, così da non doversi preoccupare di incorrere in qualche problematica con eventuali ispezioni da parte di enti preposti.


Corsi a Roma su cappe Biohazard, chimiche e armadi di sicurezza

La Techno organizza a ROMA dei corsi di formazione in materia di dispositivi di protezione collettiva in collaborazione con una società leader del settore:  AWARElab in grado di offrire una serie di corsi di formazione e di aggiornamento professionale per migliorare il livello di consapevolezza del personale nell'utilizzo della cappa chimiche e biologiche e di conseguenza il livello di sicurezza in laboratorio

 

 nel totale rispetto dell’esperienza e della professionalità acquisita dai singoli partecipanti avvalendosi di esperti qualificati del settore

 

Molti dei partecipanti ci dicono  che questi corsi sono stati veramente utili ed essenziali per approfondire la tematica cappe chimiche e biologiche vista la grande preparazione dei relatori.


Docenti:

Paolo Parrello

-esperto di DPC per il laboratorio, titolare di StudioPAP, sicurezzainlaboratorio e Awarelab.

-Formatore qualificato iscritto all’albo nazionale AiFOS, membro del comitatoscientifico di ASCCA (Ass.ne per lo studio e il controllo della contaminazione ambientale) e presidente del comitato tecnico-scientifico di ANTEV (ass.ne naz.le tecnici verificatori). Collabora con diverse riviste, tra le quali LAB e ASCCA News.

 
Fabrizio Cirillo

-esperto sul corretto funzionamento dei DPC, titolare di Techno, Chizard e Cappa Sicura
-esperto in validazione mediante test strumentali di DPC quali cappe chimiche e biohazard

-autore del primo libro al mondo sulle cappe da laboratorio dal titolo: ("Apocalisse Zombie" come fermare l'epidemia del cancro grazie al corretto uso e manutenzione delle cappe da laboratorio)

-autore di numerosi documenti sulle cappe da laboratorio come le mappe mentali riepilogative
-fondatore di www.chizard.it il primo ed unico portale informativo sulle cappe chimiche e biohazard

-ispettore della Qualità interno per le certificazioni ISO nella Techno per garantire i processi

-Nella sezione chi siamo è possibile visionare gli innumerevoli attestati dei corsi eseguiti dallo stesso.


Corsi di formazione per personale tecnico addetto alla supervisione , verifica e manutenzione o che opera in laboratorio

 

Responsabili e tecnici Ingegneria Clinica, Global service, Uffici Tecnici, Servizi di assistenza tecnica , Ricercatori, tecnici di laboratorio, biologi, medici, farmacisti, ecc.

 

Le vigenti leggi in materia di sicurezza sul lavoro obbligano il datore di lavoro ad affidare solo a personale competente l’incarico di verifica e di manutenzione di impianti critici per la sicurezza come i DPC e gli impianti di climatizzazione e filtrazione dell’aria (art. 71 D.Lgs 81/08). 

E’ dunque importante che gli addetti alle verifiche periodiche e alla manutenzione seguano una formazione specifica che oltre gli aspetti tecnici comprenda anche gli aspetti legislativi e normativi, nonché quelli comportamentali inerenti la propria e altrui sicurezza. Per questi corsi richiedere la scheda tecnica dettagliata.

I seminari e i corsi interaziendali sono confermati al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

 

Questi corsi sono dedicati anche a chi opera quotidianamente in laboratorio e necessita di una formazione chiara e attinente alla propria realtà operativa.

Gli argomenti sono mirati e vanno in profondità per fornire informazioni pratiche, utili a modificare i comportamenti errati. In tutti i corsi è prevista un’ampia parte introduttiva dedicata ai fattori condizionanti la percezione soggettiva del rischio e agli aspetti comportamentali, allo scopo di comprendere ed evitare gli errori più comuni e le violazioni delle procedure.

 I corsi aziendali sono accreditabili ECM e rispondono a quanto previsto dagli articoli 36, 37 e 73 del D.Lgs. 106/2009 in merito all’obbligo di formazione speciale del personale esposto a rischi specifici; artt. 227 e 239 rischi da agenti chimici e da cancerogeni; art. 278 rischi da agenti biologici. La formazione viene erogata in conformità all’Accordo Stato Regioni 21/12/2011. L'accreditamento è a carico del committente.

Tutti i corsi sono gestiti da formatori qualificati.

I corsi interaziendali sono confermati al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti.

 

Titolo:

Prevenzione del rischio chimico in laboratorio: cappe chimiche e armadi di sicurezza

Descrizione:

Un corso collaudato e molto apprezzato per contenuti e forma didattica utile per comprendere come difendersi da se stessi e come utilizzare correttamente cappe chimiche, cappe a ricircolo e armadi di sicurezza. 

 

ROMA

Cod. M1 - Durata: 6 h - Docenti: P.Parrello

 

 

 

Titolo:

Prevenzione dei rischi chimico e biologico nei laboratori biologici e di analisi

Descrizione:

Prevenzione del rischio biologico da esposizione occasionale e dal rischio chimico nel laboratorio di analisi chimico-cliniche e merceologiche e nel laboratorio di biotecnologie.

                                                                      

ROMA

Cod. M4 - Durata: 8 h - Docenti: P.Parrello

 

 

INFORMAZIONI SUI CONTENUTI DEI CORSI

 

M1: Prevenzione del rischio chimico in laboratorio

Destinatari: tecnici e ricercatori, SPP, RLS - Durata: 6 ore (corso interaziendale e aziendale)

 

Dopo un’introduzione generale sul concetto di rischio chimico in laboratorio e delle principali fonti di contaminazione, verranno esaminate le varie tipologie di cappe e gli elementi essenziali per un corretto funzionamento, per poi affrontare i tipici comportamenti a rischio e gli errori più comuni che comportano un rischio per la sicurezza dell’operatore o la contaminazione del prodotto.

Al termine del corso verrà effettuata una verifica del livello di apprendimento tramite test scritto.

 

1. Introduzione: le peculiarità del laboratorio scientifico come ambiente di lavoro

2. Definizioni e fattori aggravanti il rischio chimico in laboratorio

3.Difendersi da se stessi: comportamenti a rischio e esposizione volontaria

4. Tipologia e fonti di contaminazione ambientale, i valori limite di soglia (TLV)

5. Il Testo Unico e i Dispositivi di Protezione Collettiva 

6. Cenni di tecnologia di filtrazione assoluta e molecolare dell’aria in laboratorio

7. Tipologie e principio di funzionamento delle cappe chimiche canalizzate all’esterno (ducted)

8. Tipologie e principio di funzionamento delle cappe chimiche a ricircolo (ductless)

9. Aspetti pratici: il calcolo della velocità frontale ottimale, le principali cause di contaminazione

10. L’utilizzo in sicurezza delle cappe chimiche, gli errori da evitare

11. Armadi di sicurezza: Tipologie, caratteristiche essenziali e utilizzo corretto

12. Cenni sulle verifiche periodiche e la manutenzione preventiva dei DPC

 N.B.: La dispensa relativa a questo corso è stata inserita nella banca dati del materiale didattico per la sicurezza sul lavoro edita dall'INAIL:vedi recensione

 

M4: Prevenzione dei rischi chimico e biologico nei laboratori biologici e di analisi cliniche

Destinatari: tecnici e ricercatori, SPP, RLS - Durata: 8 ore (corso interaziendale e aziendale)

 

Dopo un’introduzione generale sul concetto di rischio biologico in laboratorio e delle principali vie di contaminazione, verranno esaminate le varie tipologie di cappe, le criticità, le relative applicazioni e gli elementi essenziali per un corretto funzionamento, per poi affrontare i tipici comportamenti a rischio e gli errori più comuni che comportano un rischio per la sicurezza dell’operatore o la contaminazione del prodotto. Al termine verifica apprendimento tramite schede test.

 

1. Introduzione: le peculiarità del laboratorio biologico come ambiente di lavoro

2. Definizioni e fattori aggravanti il rischio in laboratorio

3. Difendersi da se stessi: comportamenti a rischio e esposizione volontaria

4. Tipologia e fonti di contaminazione ambientale

5. Barriere di protezione primaria e secondaria: DPI, DPC, PCL

6. Cenni di tecnologia della filtrazione assoluta dell’aria in laboratorio

7. I Dispositivi di Protezione Collettiva (DPC) per il rischio biologico

8. Cappe biologiche e cabine di sicurezza microbiologica (cappe BioHazard)

9. Le principali cause di contaminazione in una cappa biohazard

10. L’utilizzo in sicurezza delle cappe

11. Cenni sulle cappe chimiche: tipologie e criticità